NOTIZIE DA PALAZZO SORAGNA

Decima edizione del Venerdý della logistica: otto incontri da ottobre a dicembre

Decima edizione del Venerdý della logistica: otto incontri da ottobre a dicembre

Obiettivo: fare informazione e cultura sui temi del trasporto, logistica e supply chain. Si parte straordinariamente di giovedý: il 10 ottobre incontro sull'ecommerce

Fin dalla sua prima edizione dieci anni fa ''Il Venerdì della Logistica'' si è dato l’obiettivo di fare informazione e cultura sui temi del trasporto, logistica e supply chain, indirizzandosi a tutte le aziende, sia del settore che committenti. Un progetto che prosegue con successo: sono otto gli incontri, dal 10 ottobre al 6 dicembre (dalle 9 alle 12), attraverso cui si svilupperà il percorso 2019, organizzato dall’Unione Parmense degli Industriali in sinergia con la propria Consulta Autotrasporto e Logistica, passando in rassegna il quadro normativo in tema di ADR e contrattualistica, sicurezza e responsabilità nel magazzino, oltre agli strumenti per accrescere l’efficienza e ammodernare la logistica.
Si parte giovedì 10 ottobre, dalle 16 alle 19,  con l’incontro Integrare l’Ecommerce nella strategia commerciale delle Pmi,  e poi a seguire: il 18 ottobre Aggiornamento normativa ADR (movimentazione e trasporto merci pericolose), il 25 ottobre Il Contratto di Trasporto: aspetti giuridici e applicazioni pratiche, l’8 novembre Come scegliere la strategia logistica giusta utilizzando i KPI il 15 novembre Sicurezza e automazione: i capisaldi del magazzino, il 22 novembre Operazioni di carico e fissaggio della merce: responsabilità e controlli, il 29 novembre Il sistema informativo di logistica dell'azienda moderna: IMS, WMS, TMS, il 6 dicembre Normativa in tema di Tempi di guida e di Riposo.
''Questa nuova edizione conferma l’attenzione dell’Upi ai temi più sensibili del settore e il grande interesse da parte delle imprese – commenta il capo consulta Leonardo Lanzi – Il settore del trasporto e della logistica è elemento essenziale per la produttività delle aziende e del Paese e noi siamo impegnati a far comprendere quanto esso sia nevralgico ma anche delicato: in alcuni casi infatti è oggetto di politiche di saving a danno della regolarità e della qualità del servizio, che invece dovrebbe essere un plus''.
La partecipazione, a uno o a più incontri, è aperta a tutti gli interessati ed è gratuita per le aziende associate UPI. Per maggiori informazioni: tel. 0521/2266

Links e documenti disponibili:



Per maggiori informazioni:
UPI - Barbara Gaiti; e-mail: barbara.gaiti@upi.pr.it Tel. 0521.2266 (centralino);